NASA Space Apps Challenge

 

NASA Space Apps Challenge

Dal 10 al 12 aprile torna a Roma la NASA Space Apps Challenge.

L’Ambasciata Americana, l’ESA – Agenzia Spaziale Europea, l’ASI – Agenzia Spaziale Italiana e l’Università “La Sapienza” organizzano dal 10 al 12 aprile la 3° edizione italiana dell’International Space Apps Challenge, un hackathon proposto dalla NASA, a cui hanno già aderito circa 130 città in tutto il mondo.

Lo scorso anno furono oltre 8000 i partecipanti in tutto il mondo che, in contemporanea collaborarono a sviluppare soluzioni per migliorare la vita sulla terra e nello spazio.

Le challenge di quest’anno vertono su quattro temi: Earth, Outer Space, Humans and Robotics.  Una speciale attenzione è riservata a “Women in Data”, con l’obiettivo di attrarre un numero crescente di giovani donne verso studi scientifici: dalla sede dello Space Apps di New York, il 10 aprile verrà offerto in streaming un bootcamp per favorire la partecipazione di team capitanati da donne.

Chi può partecipare?  L’hackaton di International Space Apps Challenge è aperto a ingegneri, programmatori, project manager, studenti e semplici amatori.  Per partecipare, non è indispensabile avere conoscenze tecniche, basta avere un’idea e molta voglia di lavorarci su. Il team potrà formarsi anche durante l’hackathon.

Come si partecipa? Bisogna registrarsi sul sito dello Space Apps alla location “Roma” (il link è in fondo a questa pagina)

Dove si svolge?  La sede scelta per l’hackathon è la Facoltà di Ingegneria Aerospaziale dell’università “La Sapienza”, in via Eudossiana 18 a Roma.

Cosa si vince? In palio ci sono tre premi. Inoltre, due delle soluzioni sviluppate nel corso del week-end verranno selezionate per l’invio alla NASA e la partecipazione alla successiva competizione globale.  N.B. Nel 2013, un team italiano si classificò secondo con un progetto per la realizzazione di una serra per la coltivazione di cibo in ambiente ostile, su Marte.  Il team fu poi invitato dal Kennedy Space Center ad assistere in diretta al lancio di un razzo Mavel. Il progetto che svilupparono durante l’hackathon, “Green on the Red Planet”, lo trovate qui: http://ow.ly/L1nOi 

 

Per iscriversi all’edizione italiana:  https://2015.spaceappschallenge.org/ 

Informazioni sulla NASA Global Competition: http://ow.ly/L1o8X

Link al bootcamp per team al femminile:  http://ow.ly/L1olg